Al momento stai visualizzando La nascita della Musica

La nascita della Musica

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Il problema della determinazione dell’epoca che ha visto nascere la musica è ovviamente connesso con la definizione di musica che si sceglie di adottare.

Mentre, infatti, per un sistema teorico di organizzazione dei suoni, collegato a precisi riferimenti estetici, dobbiamo attendere l’antica Grecia, per la prima comparsa di singoli ingredienti, come la produzione volontaria, anche tramite strumenti, di suoni da parte dell’uomo, dobbiamo risalire al paleolitico (musica preistorica, più raramente musica primitiva).


Come gran parte dei fenomeni umani, infatti, nacque probabilmente per scopi sociali ben precisi. Ipoteticamente parlando, la musica in sé è nata più o meno durante i primi istanti della vita dell’uomo, appena esso scoprì la possibilità di produrre rumori nel semplice sbattere ossa contro pietre, per poi trasformare i rumori in veri e propri suoni ideando meccanismi un po’ più complessi, magari accostando pietre di dimensioni e massa diverse una accanto all’altra e battendole in successione con un bastone o un osso e producendo così veri suoni di tonalità differenti e, per tanto, “melodie primordiali” che si sarebbero man mano evolute assieme all’uomo, creando ciò che ora chiamiamo musica.


Alcune testimonianze in questo senso possono essere dedotte da numerosi ritrovamenti in osso e in pietra interpretati come strumenti musicali.