Al momento stai visualizzando Musica compleanno 18 anni

Musica compleanno 18 anni

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Come scegliere?

Per scegliere la musica della festa dei 18 bisogna sì rispecchiare i gusti del festeggiato, ma anche tener conto delle tendenze del momento.

Affidarsi ad un DJ è una buona scelta, in quanto può proporre un repertorio musicale completo! Inoltre, se si pensa che ai 18 anni si avranno par lo più ospiti giovani, si deve tener conto che avranno più richieste da fargli…

Tuttavia, le alternative musicali per una festa dei 18 anni sono molteplici e non si limitano solo alla disco music.

Musica 18 anni: scegli in base al ritmo che vuoi dare alla festa

Un DJ è in grado di programmare la musica giusta per tutta la serata ma, volendo, si può impostare la festa diversamente, preferendo altri tipi di musica…vediamo alcune possibilità.

Dance Music

Se ami la disco music e vuoi organizzare il tuo compleanno per i 18 anni per far ballare tutti i tuoi invitati, allora puoi rivolgerti ad un DJ e fargli decidere la scaletta con musica dance, latina e balli di gruppo.

Pianobar

Per una festa più tranquilla, puoi optare per un pranzo o una cena con buffet e del pianobar. La musica sarà un piacevole sottofondo, tra hit del passato e recenti; si potranno anche prevedere momenti di pausa e balli in gruppo.

Musica live con Cover Band

Negli ultimi anni è una delle soluzioni più scelte per le feste dei 18 anni: si ingaggia un gruppo o un artista che esegue cover di un cantante o una band in particolare.

Solitamente il repertorio è lo stesso del gruppo/artista a cui è stata dedicata la cover band, ce ne sono anche alcune che eseguono cover di più artisti italiani e stranieri, senza soffermarsi su uno in particolare.

Musica latina

Se ami il genere, puoi rivolgerti a dei professionisti, che porteranno allegria sulle note di musiche latine, organizzando balli di gruppo e di coppia divertenti.

Permette di coinvolgere gli invitati nel cuore della festa e vivere momenti di allegria e spensieratezza.

Infine, se preferisci un’atmosfera più tranquilla per poter trascorrere il tempo a chiacchierare con gli amici, puoi decidere di far mettere un sottofondo musicale che accompagnerà con discrezione tutta la serata.

La musica è un linguaggio universale, che risveglia emozioni e sensazioni uniche. A volte si sente qualcuno cantare in una lingua sconosciuta, ma si riesce a percepire quello che vuole trasmettere anche se non si sa precisamente quello che dice il testo. Ciò che sappiamo è che esprime qualcosa di felice, triste o drammatico, ecc. L’influenza della musica sulle persone è fortissima.

La musica è come il cioccolato, piace quasi a tutti. È così da tempo immemorabile. Da quando esiste la cultura, esiste anche un luogo per questi suoni ritmici che comunicano sentimenti. In tutte le epoche e in tutte le civiltà è sempre esistita questa particolare forma di espressione, ricca di stili.

Senza rendercene conto, a volte ricorriamo alla musica nella ricerca di un contenitore per i sentimenti che ci sopraffanno, di un luogo dove poterli riversare liberamente senza danneggiare nessuno. Cerchiamo delle melodie anche per tranquillizzarci o per studiare o lavorare. 

Ma qual è la vera influenza della musica sulla nostra mente?

I 18 anni di Francesca

Quando ci hanno chiamati per suonare alla festa di 18 anni di Francesca, la prima cosa che abbiamo fatto è stata parlare con lei, già, perché la festa  la “fanno” i genitori, ma è pur sempre Lei che deve divertirsi e far divertire i suoi ospiti. Così le abbiamo fatto delle domande a cui abbiamo ottenuto le risposte che volevamo per prepararci al meglio alla serata.

Abbiamo capito che ci saranno ospiti di tutte le età e questo è un bel vantaggio perché abbiamo potuto spaziare con il repertorio musicale partendo dagli anni 70, 80, 90 e 2000 fino ai giorni di oggi. Daniela ci ha deliziato con tante canzoni di mostri sacri della musica italiana che hanno accolto il plauso di tutti. Ricevere applausi è sempre bello!

Abbiamo fatto ballare quasi tutti, qualche timidone non siamo riusciti a schiodarlo dalla sedia, ma siamo riusciti comunque a coinvolgerlo con le mani: portare il ritmo è terapeutico, fa abbassare le difese e porta sorrisi spontanei!

Ci sono stati, poi, tre momenti concordati con mamma Giovanna, nella doppia veste di mamma e organizzatrice di eventi, che hanno toccato i cuori dei presenti:
– il ballo con il papà, momento in cui sono scese un po’ di lacrime un po’ a tutti e che è stato davvero intenso,
– il video sorpresa per Francy da quando è nata ad oggi e con i saluti finali dei suoi Maestri al Conservatorio, pianisti internazionali, del direttore dell’orchestra della Rai (nome) e, per finire, la sua amica del Cuore da Torino che, pur non riuscendo ad essere presente, le ha mandato un video che l’ha fatta piangere a singhiozzi;
– ultimo, ma non ultimo, i ringraziamenti a tutti letti da Francesca.

Questi momenti sono i nostri preferiti perché ci coinvolgono indirettamente con la nostra “animazione”: dobbiamo essere bravi ad incastrarli durante la serata per non renderla pesante e, anzi, farla decollare.

In questo, il nostro Dario, è un artista! Le sue battute, la sua verve, il suo modo di coinvolgere tutti non ha eguali!

“Lo conosci a Valerio?!” quante risate!!!

Ecco, queste sono le feste che ci piacciono, sono i momenti che fanno uscire il meglio di noi tra musica e animazione.

Il risultato? Una serata speciale, con abbraccio finale della festeggiata a tutta la band!

Buon compleanno Francesca, che la vita ti dia tutto ciò per cui stai faticando ogni giorno.

I Diamanti Orchestra